GDPR: Tutti i Diritti dell'Interessato... Ovvero il Legittimo Interesse - SPPD-MADEIN

Privacy 4.0 e Protezione dei dati
Edizione 2018-2019

Vai ai contenuti

Menu principale:

GDPR: Tutti i Diritti dell'Interessato... Ovvero il Legittimo Interesse

AREA FORMAZIONE > DISPENSE FORMAZIONE > PRINCIPI e IMPIANTO SISTEMA
GDPR: Tutti i Diritti dell'Interessato... Ovvero il Legittimo Interesse
La privacy europea è e sarà perennemente evolutiva!

UNA ESCURSIONE GUIDATA

Partiamo dalla lista dei diritti degli interessati come agli articoli da 12 a 23 del Regolamento UE 2016/679:

    • diritto alla trasparenza del titolare del trattamento, diritto di accesso;
    • diritto di rettifica;
    • diritto alla cancellazione dei dati;
    • diritto alla limitazione del trattamento;
    • diritto alla portabilità dei dati;
    • diritto di opposizione al trattamento;
    • diritti relativi alle decisione automatizzate e alla profilazione.

Nel caso di mancata adesione spontanea, l'interessato ha diritto di proporre un reclamo al Garante o all'autorità giudiziaria. Il Garante ha il potere di ordinare al titolare del trattamento le attività necessarie per il riconoscimento effettivo dei diritti (articolo 58).

Vediamo alcuni aspetti peculiari e nuovi rispetto al passato

  • Nel diritto alla trasparenza del titolare del trattamento (articolo 12), il Regolamefito precisa tempi (di regola un mese) e modalità di risposta (linguaggio semplice e chiaro, motivazioni esplicite, modalità di tutela in caso di mancato accoglimento) alle richieste dell'interessato.
  • La disciplina del diritto di accesso (articolo 15) codifica il diritto alla copia dei dati personali.
  • Il diritto di rettifica comprende il diritto di integrazione ( articolo 16).
  • Il diritto alla cancellazione dei dati (cosiddetto oblio, articolo 17) riguarda i casi di trattamento di dati non necessari, di revoca del consenso, di opposizione, di obbligo legale alla cancellazione e di dati raccolti da servizi della società dell'informazione; viene codificato il diritto alla deindicizzazione dai risultati dei motori di ricerca generali con i relativi limiti (diritto all'informazione).
  • Il diritto alla limitazione del trattamento (articolo 18) somiglia al diritto al blocco del trattamento, ha natura di intervento immediato in caso di contestazione dell'esattezza dei dati trattati.
  • Il diritto alla portabilità dei dati (articolo 20) si applica ai casi di trattamenti automatizzati basati sul consenso e consiste nel diritto di ricevere i propri dati e di chiedere al titolare del trattamento la trasmissione dei dati ad altro titolare.
  • Il diritto di opposizione al trattamento si applica ai casi dii trattamento dati basato sul legittimo interesse o effettuato per un interesse pubblico ed anche nel caso di trattamento di dati per finalità di marketing (articolo 21).
  • I diritti relativi alle decisione automatizzate e alla profilazione (articolo 22) consistono nel diritto all'intervento umani, nel diritto di contestare la decisione e di esprimere la propria opinione; si possono, con le dovute cautele, profilare anche dati sensibili, genetici e biometrici (si veda anche le Linee Guida WP 251 del WP29).
  • La portabilità del dati Il diritto alla portabilità dei dati è una novità del Regolamento UE 2016/679 ed è stato illustrato dalle Linee Guida WP242 del WP 29, che ha chiarito i seguenti aspetti.

Torna ai contenuti | Torna al menu